Storia dell’azienda

Quando negli anni 70 nacquero i primi microbirrifici in Germania, Jost Wachsmann, audace mastro birraio e promettente neo laureato all’università Weihenstephan di Monaco, fu tra i pionieri che progettarono i primi impianti di microbirrificio. 

Sull’onda di una pratica iniziata in Germania, solo un decennio più tardi i microbirrifici approdarono oltreoceano. E’ proprio negli Stati Uniti che i primi investitori scelsero con degli ottimi presupposti il sistema WACHSMANN®, al fine di allontanarsi dai sapori omologati e appiattiti delle birre industriali prodotte dalle multinazionali, dando vita ad una vera e propria nuova cultura della birra.

Questi impianti sono tuttora in piena attività ed i proprietari vantano orgogliosi il loro microbirrificio “Made in Germany”!

Alla fine degli anni ‘90 invece, il mercato della birra artigianale giunge nell ’Est Europa: il primo microbirrificio di San Pietroburgo nel 1998 fu un progetto WACHSMANN®,  altri 9 seguirono negli anni successivi nelle città più visitate e suggestive della Russia, del Kazakistan e dell’Ucraina.

A seguire, l’audience si fece globale. Vennero installati birrifici firmati WACHSMANN® in oltre 13 paesi, dall’Italia al Giappone, passando per la Cina e la Tunisia.

Il boom mondiale delle birrerie non accenna a diminuire. Ad oggi infatti esistono innumerevoli microbirrifici del nostro marchio che offrono birre artigianali come specialità locale, riscuotendo un grande successo e soddisfazione.

Questo ci gratifica e lusinga, andando a confermare la filosofia trentennale dietro il marchio WACHSMANN®.